Il DG della discordia

Le ultime notizie che trapelano danno per imminente l’accordo con Marco Branca per il ruolo di direttore generale del Genoa.

Non appena uscita l’indiscrezione che riportava il nome dell’ex dirigente interista, apriti cielo! La stragrande maggioranza del popolo rossoblù non approverebbe l’arrivo alla corte di Preziosi di Marco Branca.

Ma perchè? Lo slogan più diffuso è: ex doriano, non lo vogliamo, Preziosi lo fa di proposito.

Ma veramente? Per aver fatto 20 presenze (anonime tra l’altro) 27 anni fa nel Doria, bisogna andare a bollarlo come “nemico”?

O meglio ancora: è scarso dall’Inter lo hanno cacciato a pedate. Peccato che da responsabile dell’area tecnica,  con la squadra nerazzurra tra il 2005 e il 2011 ha vinto 5 scudetti, 4 Coppe Italia, 4 Supercoppe italiane, una Champions League e una Coppa del Mondo per club. Non mi sembrerebbe abbia comprato proprio delle pippe.

Il problema di fondo è che in questo ultimo periodo qualunque cosa succeda nel mondo Genoa viene vista in modo negativo. Incide moltissimo l’essere stufi della situazione societaria, la stanchezza dei tifosi per una situazione stagnante da tempo immemore, tutto vero. Però le cose bisogna giudicarle oggettivamente e non per partito preso.

Se si fosse annunciato che il prossimo DG del Genoa fosse stato Galliani? Vi anticipo io: amichetto di Preziosi, possono continuare a fare i loro affari insieme, si spolpano il Genoa insieme e così via.

Quando Preziosi è da criticare, siamo i primi a metterlo in croce. Ma ancora prima di qualsiasi annuncio, attendiamo un secondo prima di dare giudizi definitivi e trancianti.

27 Commenti

  1. A me Branca non dispiace per niente. Oltre al curriculum che hai citato, mi ricordo bene diverse interviste in cui mi sono detto “In campo sembrava un cretino, invece non lo è per niente”.

    • Non mi sembrerebbe un profilo così infimo, ha lavorato per più di 10 anni in una BIG. E’ fermo da un pò ok, ma un cretino non mi sembra. Non diamoci le martellate da soli sulle palle.

      • certo la misura è più che colma. Però contestare civilmente e a senso, non a caso e con violenza. O scrivere post deliranti e violenti su FB. Questo assolutamente no.

        • io credo che ad esempio se la stampa locale fosse piu’ diretta con Preziosi, quando interviene in trasmissione (tanto per fare un esempio) e gli facesse le famose 10 domande che tutti vorremmo fargli, ci sarebbe meno esasperazione in giro…invece il clima e’ rovente e succedono spiacevoli episodi anche perche’ si ha la sensazione che qualcuno resti in paradiso a dispetto dei santi, anche grazie al bene placito degli organi d’informazione…Provate ad immaginarvi la stampa locale con uno come Preziosi in piazze tipo Roma e Milano…..;-D

          • Io sono d’accordo al 100% con te. Però mettiti nei panni di un cronista che ha un’esclusiva con Preziosi. Se gli fa domande scomode si gioca l’esclusiva per ogni altra volta, al 100%. Per cui magari ci pensano due o tre volte a fare loro una domanda antipatica o “cazzuta” come vorrebbe la gente. Non è così difficile arrivarci.

          • ah beh , certo…il giornalismo pero’ e’ cosa ben diversa…per fatti di cronaca o mafia c’e’ pure chi ci ha rimesso la pelle….poi ci arrivo benissimo anche io che e’ piu’ comodo “lecchinare”….;-D

  2. Che i tifosi facciano i tifosi, e se non gli piace lo spettacolo in giro è pieno di cinema. che intanto per quello che ne capiscono di pallone tutti gli scienziati ai quali non va mai bene niente (NEMMENO GASPERINI), ce ne cresce.

    • la gente si e’ semplicemente stufata di un presidente del genere…e tutto diventa ogni giorno che passa sempre piu’ amplificato finche’ non vendera’ il Genoa. La realta’ e’ questa e sebbene violenza ed esasperazione siano sempre sbagliate, sarebbe l’ora che ci si facesse una ragione del fatto che una NUOVA CALMA ci sara’ solo quando se ne sara’ andato.

  3. Il tifoso medio da tastiera e gli squadristi della TO si meriterebbe Massimo Mauro DG e l’illicenziabile Pillon in panchina.
    Un DG serve come il pane, a me Branca non entusiasma ma non x il passato in campo o scrivania ma perché penso serve qualcuno col carattere più forte x tenere testa alle polemiche dei giornalai al pesto e agli sforna-comunicati della TO.
    Poi se viene speriamo faccia bene.

    • si, la colpa di tutto e’ dei giornalai al pesto e della TO….anche la licenza uefa e i debiti , naturalmente….;-D

  4. All’Inter, i ‘colpi’ li ha fatti seguendo le indicazioni di altri, quando gli si è data autonomia ha fatto disastri [Diego Forlan, Pereira, Silvestre, Belfodil, Brechet, Van der Meyde, David Suazo, Amantino Mancini, Jonathan, Tommaso Rocch, Ricky Álvarez…]

  5. il DG alla fine sara’ Perinetti…figura d’esperienza, uomo di calcio….ok….pero’ siamo/siete sicuri che potra’ lavorare con preziosi a lungo?? E soprattutto (perche’ per me il nodo e’ quello)..con che politica? Con che obiettivi?

      • no, no, ma non fraintendermi..Perinetti e’ un signor professionista, pero’ io credo che la maniera di gestire di preziosi, sia incompatibile col termine chiarezza e con l’idea di un lavoro pulito e per il solo bene del Genoa. Credo nasconda tali e tanti scheletri, da vanificare la presenza di chiunque…anche di un mago delle societa’ di calcio, che sarebbe comunque un suo dipendente e dovrebbe comunque soggiacere alle logiche preziosiane. Per me il Genoa uscira’ dalle secche solo quando questo individuo vendera’….

        • a meno che non SI ALLONTANI VERAMENTE dall’operativo e deleghi per davvero con l’intenzione di cedere veramente il Genoa..ma finche’ lo sentiro’ fare il “piazzista” a radio kiss kiss quando gli parlano di un giocatore del Genoa….avro’ sempre il sospetto che il giochino gli renda troppo bene per mollare……

  6. «Non voglio parlare della parte acquirente, so solo che il dottor Anselmi è una persona di grande fiducia e rispettata ad alti livelli. Ho sempre difeso Preziosi per gli anni in Serie A, stavolta però mi sono scocciato perché manca un progetto concreto. ” parole di Claudio Strinati…genoano e competente in materia…ci siamo SCOCCIATI…il resto son discorsi

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*